TRENTASETTESIMA GIORNATA: Ritorna il vero Napoli ed è nuovamente l’Accademia del Calcio !

124

 

Si. Si, vabbe’… col bel gioco non si vincono gli scudetti, potrebbe obiettare qualcuno.
Qualcuno però che, molto probabilmente, non se ne intende proprio di calcio.
Perché il Napoli, mai come quest’anno, lo ha chiaramente dimostrato… ha meritato lo scudetto !
Non lo ha vinto, lo ha stravinto.
Non lo ha meritato… lo ha strameritato !!
E non importa che i poteri forti pallonari abbiano sovvertito la lampante realtà, mandando in missione squallidi e prezzolati quaqquaraqqua’: arbitri, guardalinee e varristi pronti a piegarsi ai voleri dei serpentini.
Mbrugliun’ addo’ avit’ lasciat’ o tavulin’ che tre cart’ ? Chest’ venc’… chest’ perd’… ma a chi vulit’ fa fess’ ?

Non importa affatto: il Napoli è campione di calcio pulito… neanche lontanamente inquisito, è campione di calcio giocato… altro che campionato imbrogliato, è campione di calcio onesto… contro il malaffare disonesto, è campione di calcio sopraffino… tanto da infastidire quello truffaldino, è campione di calcio brioso… e non soccombe al ricatto mafioso.

Napoli bello e vincente, anche domenica sera nonostante a Genova la pioggia fosse battente e la tifoseria locale piuttosto fetente.
Né la Samp, né i suoi fetidi tifosi hanno però potuto contrastare lo strapotere di Milik, Albiol e compagni, grandi interpreti del gioco di Mago Sarri.
Prestazione super dei partenopei che hanno illuminato la notte ligure… e fatto schiattare di rabbia quanti urlavano cori beceri da veri ignoranti.

Non ho avuto modo di seguire puntualmente tutte le gare. Troppi impegni si son concentrati nel fine settimana. Stavolta quindi scrivo a proposito dei matches in modalità random.

Il Benevento batte il Genoa  (1-0) grazie ad una grande prova del portiere paratutto Puggioni ed una straordinaria prestazione di tutti gli stregoni. I cugini di Campania, ancora una volta hanno dimostrato di poter ben figurare nella massima serie. E molto di più hanno dimostrato i tifosi sanniti: splendidi i cori che hanno salutato la squadra a fine gara. Peccato che il Benevento abbia ingranato solo nel girone di ritorno. Auspico una pronta risalita in serie A per i sanniti e tutta la tifoseria giallorossa.

L’Inter si fa sorprendere in casa dal Sassuolo che, fra andata e ritorno, è stato così bravo da non concedere neanche un punto alla banda di Spalletti. Sugli scudi per i neroverdi Stursky ed Hutch travestiti da Politano e Berardi che con un gol a testa, e che gol (!), hanno avuto ragione dei nerazzurri, in grado solo verso la fine della partita di dimezzare con Rafinha lo svantaggio. La Cina nerazzurra rischia così di non partecipare alla prossima C.L.

Il Cagliari in Toscana, il Chievo in Emilia e l’Udinese in Veneto riescono a cogliere il bottino pieno rispettivamente contro Fiorentina (0-1), Bologna (1-2) e Verona (0-1). Tutte e tre squadre corsare hanno fatto un ottimo passo in avanti verso la salvezza a scapito di Spal e, soprattutto, Crotone.
Da segnalare in questa terzina di partite, la rete di dj Pavoletti sulle sponde dell’Arno e le straordinarie marcature di Giaccherini prima ed Inglese poi sotto la torre degli asinelli.

Tra Atalanta e Milan, Crotone e Lazio, Roma e Banda Bassotti il segno X ha caratterizzato tutte le sfide o pseudo tali. Infatti, lasciando da parte il biscotto confezionato nella migliore pasticceria dei Fori Imperiali a vantaggio di capitolini e serpentini (0-0), più avvincenti sono state le partite giocate a Crotone ed a Bergamo.
In terra calabra il risultato finale (2-2) scontenta in definitiva entrambe le contendenti, impegnate su fronti opposti e bisognose di far punti: alla fine i rossoblu di casa restano drammaticamente invischiati al terzultimo posto ed i biancocelesti laziali invece non riescono a staccare la Cina nerazzurra per la C.L.
In terra lombarda il punteggio di 1-1 ha premiato oltre modo la squadra rossonera del boss a bordo campo, mentre è risultato essere decisamente stretto per la squadra nerazzurra di mister Gasperini. Entrambi i team sono in lotta per conquistare un posto in E.L., con il Milan in vantaggio in classifica di un punto sui bergamaschi.

Il Torino ha battuto la Spal (2-1), inguiando di fatto i ferraresi nella parte bassa della classifica. All’iniziale vantaggio nel primo tempo dei biancazzurri con Grassi, hanno risposto nella ripresa i granata bravi a ribaltare il punteggio con le reti di Belotti e De Silvestri. La Spal è ora purtroppo terzultima in classifica, in compagnia del Crotone. Salvo clamorosi colpi di scena nel prossimo turno, una tra le due squadre è destinata a scendere in serie B.

Assegnato lo scudetto, ovviamente quello onesto e pulito, al nostro Napoli, resta da vedere chi sarà tra Lazio ed Inter, nella sfida diretta in programma a Roma domenica prossima, ad accedere all’ultimo posto in C.L. e, più sotto in classifica, chi tra Spal, Crotone, Cagliari, Udinese e Chievo farà compagnia a Benevento e Verona nella prossima serie B.

Per il resto prepariamoci al meglio al tormentone che vede protagonisti DeLa e Sarri… resta, no se ne va, forse resta, forse se ne va, forse vorrebbe restare, forse se ne è già andato… ecc ecc.
Comunque vada sarà un successo, come suppergiu’ è sempre stato.
E le sensazioni positive restano tali anche per il futuro: Forza Napoli !

Andrea. P&B ?

Articolo precedenteLe pagelle con la Samp
Prossimo articoloLe pagelle sulla Luna: Sampdoria-Napoli
mm
Tifoso del Napoli dai tempi del maestro Luis Vinicio, sognatore da sempre, fotografo mancato e strimpellatore convinto di strumento a sei corde, bancario fedele ultratrentennale, laureato in economia aziendale alla tenera età di 50 anni, sposato con prossima vista sulle nozze d’argento con due figli parimenti tifosi del Napoli sin dalla nascita, provo a seguire gli insegnamenti del Cristo Gesù e di tanto in tanto mi cimento a parlare di pallone… ma solo a mente fredda. Non odio la Juventus, mi limito solo ad evitarla scrupolosamente per non cadere in tentazione! Saluto di solito con “Pace e Bene”… e qualcuno recentemente mi ha apostrofato proprio così, “Andrea Pace e Bene”. Mi sembra una buona idea per il mio nick name da provetto blogger azzurro. Andrea P&B.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.