Le pagelle di Parma-Napoli

193

Faccio una premessa. Ci sarebbero tutte le attenuanti del mondo. Senza centravanti. Senza genio. Senza stimoli. Senza obiettivi. Senza forze. Senza arbitro. E chi più ne ha più ne metta. Mettete voi i senza che volete. A piacere. Ciò premesso non posso perdere col Parma. Non mi posso intossicare il 22 di luglio per un Parma-Napoli. Non me lo merito. Non è giusto. Non dopo tutto quello che è successo in questo campionato assurdo. Non ci sono giustificazioni. In realtà non ci sono attenuanti. Prima di giocare con noi il Parma del dopo Covid aveva fatto tre punti e una figura. Una vittoria e un pari. Poi tutte sconfitte. La squadra più scarsa del momento. Non ci sono parole. Né’ commenti possibili. A me viene in mente solo una frase. E continua a rimbombarmi nel cervello. E anche un po’ nel fegato. Votta a frni’. Votta a frni’ che è meglio. Vott a frni’ che, dopo quasi un anno, non se ne può più.

Meret sv

Turno infrasettimanale, tocca ad Alex. Ospina resta a Napoli in Smart Working. Col Parma la sublimazione della legge di Murphy. Di solito becchiamo un gol ogni tiro, stavolta siamo stati cazzi di beccarne due con zero tiri. La matematica è un’opinione. Ma come si fa?

Di Lorenzo 6

Tra i più vivi. Gionni si riprende la sua fascia. Hysaj anche capitano all’occasione si siede in panca. Sulle fascia sono in tre per due maglie da titolare. Mentre Ghoulam continua ad indossare solo la maglia del pigiama. Ma che fine ha fatto?

Maksimovic 6

Il nostro sottosegretario alla difesa ritorna titolare. Sbaglia qualche passaggio di troppo all’inizio della gara ma tutto sommato è più che dignitoso.

Koulibaly ng

Ingiudicabile. E ingenuo. Il migliore in campo. Poi commette il fallo da rigore che decide la gara. In realtà il fallo non esiste, come quello di Maksimovic col Milan. Non esiste, come la signora Rinascente. Il problema è che Giua non lo sa. Purtroppo rigore è quando arbitro (di ….) fischia.

Mario Rui 5,5

Povero Maittiello. La latitanza di Ghoulam lo costringe agli straordinari. In pratica gioca sempre lui. Non riesce a stare dietro a Insigne e alle sue Duracell. Ma è Lorenzo che non è normale.

Allan 4,5

Sorpresa! Ritorna ‘o cane ‘e presa. Vi assicuro che la rima è assolutamente involontaria. Un casinista. Più che un cane di presa pare nu chihuahua scassacazz che abbaia e da’fastidio. Fa davvero tanta confusione. La buona volontà c’è, la testa e i piedi molto meno.

Elmas 5,5

Entra nel momento clou della gara. Quando i ritmi dal livello torneo di calcetto del villaggio turistico passano al livello partita del giovedì tra over 60. Nonostante si vada ad uno all’ora non incide quasi mai.

Demme 6-

Torna a dirigere il traffico a centrocampo. Purtroppo come ha detto il mio amico Mino è troppo scolastico. Insomma più che un professore (d’orchestra) pare ‘nu supplente se non addirittura il bidello.

Lobotka sv

Gattuso lo mette a pochi minuti dalla fine. Il perché non lo sa ne’ il mister ne’ tantomeno Giggi. Forse il mister piglia un bonus sulle sostituzioni fatte.

Fabian Ruiz 5,5

In mezzo a tanti faticatori a centrocampo (nel senso buono del termine) servirebbe la sua classe. Ma si accende poche volte. Procura alla Dybala il rigore del pareggio.

Zielinski 5,5

Si nota per la solita giravolta ed un paio di lanci inguardabili. Impomatatelo di nuovo. Col capello alliccato è un’altra cosa.

Politano 5

Titolare per meriti dopo la seggiata del vafammocc all’Udinese. Non si risparmia come al solito. Fa tutti i ruoli dell’attacco riuscendo nell’impresa di farli male tutti.

Callejon 5,5

Sostituisce Politano e prova a fare il Mertens. Gli viene un po’ meglio di Lozano ma non è che ci volesse molto.

Lozano 5,5

Di sicuro non è lui il centravanti che il Napoli sta cercando. Almeno un pensiero ce lo siamo tolto. Anche lui fa tutti i ruoli. Nel suo non brilla ma nemmeno dispiace. Ammonito per aver recuperato una palla. Non si può fare?

Younes sv

Vedi Lobotka. Per la serie ue’ Amin stai pure tu qua? Ma quando sei entrato? E fino a quando ti trattieni?

Insigne 6,5

E meno male che Lorenzo c’è. Leader tecnico e Masaniello di una squadra obiettivamente un po’ rimaneggiata ed in difficoltà. Tiene botta anche fisicamente con Kulusesky. Ommita’. Non si tira mai indietro. E come tira i rigori…

Gattuso 5

Formazione quasi obbligata. In attacco ha gli uomini contati. Ciò premesso da Napoli-Milan la squadra non è più la stessa. C’è da preoccuparsi. E farci una seria riflessione. Arriveremo settimi e non è il massimo. Ci siamo un po’ persi per la via. Certo abbiamo una coppa in bacheca e va più che bene. Però questo sconfitta non ci voleva. Perdere due volte col Parma è una vera impresa. Rino ci è riuscito. Andata e ritorno. Qualcosa che manco D’Aversa nei suoi sogni più belli osava immaginare. E vabbè. Che dire? Una sola cosa… Votta a frni’…

Articolo precedenteChe è… che è stato… che è succies? 34esimo turno
Prossimo articoloDillo con una foto: Ancora tu?
mm
Felice, papà, molto, e marito. Ispirato dalla filosofia Troisiana e cresciuto a pane e Così Parlò Bellavista. Malato (grave) di Napoli e del Napoli dalla nascita. Rapito dall’ironia e dalla punta di penna di Peppino Pacileo. Appassionato di economia, anche per necessità. Insomma una gran bella vita da orsacchiotto. Poi, però, prendi un tram in faccia all’improvviso e tutto si ribalta… e tutto è diverso. Ma non bisogna mai mollare…mai…perché il cielo è azzurro…proprio come il mare…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.