Ferragosto, Napoli mio non ti conosco!

60

“Ma perché Ancelotti non si dimette per far fare una figura di merda al Pappone?”
Ecco, dopo questo, forse, ho letto tutto.
Se vogliamo, molti sono pure commenti divertenti, se presi con la giusta dose di ironia, ma, francamente, cominciano ad essere stucchevoli.
E fuori dal mondo.
In confronto quello che se lo taglia per far dispetto alla moglie è un dilettante.
A lungo mi sono divertito a leggere e commentare il mercato.
Le nostre bombelle a Tv Luna e sui social 17su24 hanno avuto un enorme successo di cui vi ringraziamo.
Sempre con ironia.
Per giocare.
Dicendo tutto ed il contrario di tutto.

Siamo anche stati insultati.
Ma con affetto.
Ci siamo divertiti davvero.
Ora però ben venga il 17 agosto.
Vott’ ‘a firni’…
Ben venga perché qua un sacco di tifosi o pseudo tali si stanno intossicando le vacanze e non è giusto.
Ben venga sennò ‘o pappone si vende a tutti…
Ben venga perché sennò l’Inter si compra (quasi) Messi dopo aver comprato (quasi) Modric e Vidal.
Sgombro subito il campo da equivoci.
Il calciomercato del Napoli ha un po’ deluso anche me, sono sincero.
Mi aspettavo il botto che non è arrivato.
Ero sicuro che con Ancelotti avremmo preso il top player.
Non è arrivato.
Le milanesi nel contempo si sono rinforzate tanto.
E la Juve ha preso Ronaldo.
E di che vogliamo parlare?
Il problema è proprio questo, le altre.
Non esiste un mercato comparato.
Esiste il mercato.
Poi si tirano le somme e poi, per fortuna, e, meno male direi, c’è il campo.
E poi, uagliu’, soprattutto, è un gioco.
Noi siamo malati e ci teniamo, perché tenimm ‘o sangue azzurro.
Ma è sempre un gioco.
Un meraviglioso gioco.
Ve lo dice uno che lo sa.
Allora cerchiamo di stare sereni e valutiamo il tutto con ottimismo.
Io lo dico per voi.
Io so’ tranquillo.
Un po’ deluso ma tranquillo.
Voi fate un po’ come vi pare.
Si poteva fare di più.
Però il nostro mercato non è disastroso o nullo, nun pazziamm.
Ancelotti, Verdi, Ruiz e Meret. Confermando Hamsik, KK e Mertens ed in pratica tutti, tranne Jorginho e Reina.
La squadra titolare non mi sembra la pro zozzosi. È la stessa dei 91 punti più Ruiz, Milik e Ghoulam. Nelle alternative siamo migliorati: Mertens, Diawara, Maksimovic, Zielinski, etc. Abbiamo preso un top coach.
Il vero problema è CR7 e la psicosi collettiva conseguente.
CR7 che ha portato anche a valutare fantastico il mercato dell’Inter perché ha quasi preso Vidal e Modric.
CR7 ha spaccato il mercato. Oltre ai miei zebedei ed alle cervella di tanti tifosi partenopei.
Non può essere il nostro benchmark.
Anzi, il contrario.
Deve farci capire che quelli lì sono un’altra cosa. Irraggiungibili e potentissimi. Insomma fanno quello che cazzo gli pare.
Riuscendo a prendere a peso d’oro un calciatore che il Real, dico il Real, non poteva più permettersi.
Di che stiamo parlando?
Dovevamo reagire…
Dovevamo rispondere…
Ma che vuoi rispondere…
Mi ricordo uno sketch, volgare ovviamente, ma stupendo, degli Squallor, che altrettanto ovviamente non completerò.
Andatevelo a cercare su internet, rende bene l’idea…
Spacca qua… spacca la’… ma che devi spaccare…
Puntini puntini.
Rocky è un film.
Ribattere colpo su colpo al grido di non fa male non sempre si può.
E comunque Rocky perde lo stesso.
Come noi l’anno scorso…
Per cui parliamo di cose umane.
Alla nostra portata.
Il mercato dell’inter.
Ottimo.
Una volta tanto.
Complimenti.
Ottimo ma non fantastico. I quasi acquisti non valgono. Modric e Vidal non sono mai stati davvero vicini ai nerazzurri. Non più di Cavani al Napoli.
Ottimo come quello del Milan.
Ma le milanesi erano dietro a noi.
Di qualche decina di punti.
Stanno tornando, purtroppo.
Ma anche giustamente e meno male direi, perché non se ne può più di questa Juve che vince sempre.
Il ritorno delle milanesi per noi è il vero problema, specie in prospettiva, ma prima o poi doveva succedere per potenzialità, marchio e bacino di utenza.
Tra due anni sarà dura anche restare nei primi quattro. Altro che scudetto.
È così.
Non ci fa piacere.
Avremmo voluto tutti Cavani.

E Ronaldo ancora al Real.
E le milanesi scarse.
Ma chest’e’.
Merito a loro.
Non per questo ci arrendiamo o partiamo per perdere.
Non è sufficiente questo a spegnere il nostro tifo e la nostra passione.
Non dovrebbe.

Poi se arriviamo quinti pacienz.
Anzi meglio…
Così ‘o pappone non si chiav e sord ra’ Champions int a sacc…

Buon ferragosto. Andiamoci a fare un bel bagno che e’ meglio

Forza Napoli Sempre

Articolo precedenteCAVANITA’…
Prossimo articoloCI SIAMO QUASI… TRE, DUE, UNO… START.
mm
Felice, papà, molto, e marito. Ispirato dalla filosofia Troisiana e cresciuto a pane e Così Parlò Bellavista. Malato (grave) di Napoli e del Napoli dalla nascita. Rapito dall’ironia e dalla punta di penna di Peppino Pacileo. Appassionato di economia, anche per necessità. Insomma una gran bella vita da orsacchiotto. Poi, però, prendi un tram in faccia all’improvviso e tutto si ribalta… e tutto è diverso. Ma non bisogna mai mollare…mai…perché il cielo è azzurro…proprio come il mare…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.