CAVANITA’…

117

 

Cavanità…
Altro che la Papponità di cui abbiamo parlato nella puntata precedente.
La Cavanità…
La Cavanità è poesia. La Cavanità è sogno. La Cavanità è passione.
Quanta Cavanità ieri nell’aere.
Tangibile. Si tagliava con un grissino. Come il famoso tonno.
Che magia.
Capodichino pareva Disneyland.
Tutti gli occhi e tutti i cuori puntati sull’Aeroporto. All’unisono. Come tante torri di controllo azzurre. Nella speranza di vederlo atterrare. Perchè ieri era il Cavaniday. Tutti a Napoli sapevano che il 9 agosto sarebbe atterrato Cavani.
Tutti, in realtà, sapevamo che non sarebbe venuto. Ma ci piaceva pensare che venisse.
Fonti certissime. Portieri del palazzo dove si sarebbe subito trasferito. Fruttivendoli e macellai che gli avrebbero portato in quella casa le vivande. Fratelli di Parascandolo vari.
Insomma, Cavani all’aeroporto il 9 agosto tra cipolle e patane nove di Bellavistiana memoria.
Tifosi all’Aeroporto. Non tanti. Qualcuno defilato per la vergogna di mostrare la sua Cavanità. Altri meno. Con tanto di cartello in mano: Benvenuto Cavani. Questi ultimi con tutta la Cavanità ostentata del mondo.
C’era pure Filiberto. Per cazzi assolutamente suoi. Beato lui, andava in Vacanza. Gli ho detto di fare un selfie vicino alla zona arrivi e lo abbiamo postato sui nostri social. Sui canali FB, Instagram e sul blog 17su24.it. Con l’hastagh “aspettando Cavani”. “Finding Cavani”. Per scherzare un po’ e sdrammatizzare. Con la consueta ironia.
Non lo avessimo mai fatto. Lo hanno insultato alla grande. Migliaia di commenti irripetibili. Tra i più soft “che faccia di …zzo!”; “vai a lavorare”e “siete il marcio di questa città”.
Mo’ sulla faccia un pochino possiamo anche dar loro ragione. Sul lavoro no. Poverino chill sta semp a fatica’ e girare per l’Italia, una volta tanto che si piglia una vacanza. Infine sul siete il marcio di questa città meglio proprio stendere un velo pietoso.
Cavanità…
Viva la Cavanita’…
Perché non è venuto… ma se venev…
Se venev state certi che nella zona aeroporto sarebbero usciti tifosi mimetizzati da ogni dove. Come Aldo da sotto la sabbia in Tre uomini e una gamba. In pochi attimi sarebbero spuntate bandiere, sciarpe e striscioni. 10.000 tifosi in incognito, almeno. Stima ufficiale della questura.
Altro che l’arrivo di Ronaldo a Torino. Là stavano a 40 di loro.
Non è venuto… ma se venev…Non viene più… ma se ven…
Perché il mercato non è finito e la Cavanità non si può fermare.
E non possono certo essere sti tifosi Robertini a fermarla. E chi se ne frega se ti insultano perché vuoi semplicemente crederci. Perché hai un sogno nel cuore. E non la ‘nzogna nel cuore come loro. Che hanno un cuore grasso e nzevato. E non grosso ed azzurrato.
“Non illudete la gente”. “Non verrà mai”. “Siete ridicoli”. “Vergognatevi”. “Siete il marcio di questa città!”. Uanem! Ma veramente fate? ‘Sta città tiene qualche problema nu poc chiu serio. Hanno paura. Perché la Cavanità fa paura. Logora chi non ce l’ha.
Più semplice nascondersi nelle proprie certezze. ‘Nu bell quinto posto. ‘Nu bell Giampaolo in panchina. E chi sta meglio di noi?
“Cavani non verrà mai”. “Ancelotti non verrà mai”. “Facitm sta’ tranqullo e non illudete la gente”. “C’amma fa’ cu stu Cavani?”. “C’amma fa’ cu stu Angillotti?”. “Non mi dovete prendere in giro”. “Non illudete i tifosi che fanno i sacrifici”.
Quindi quelli che non fanno i sacrifici si possono illudere? O nemmeno quelli?
Ma perché fai accussi? Fatt ‘e fatt tuoi.
Io mi voglio illudere. Io voglio sognare. Per me vinciamo lo scudetto perchè Cavani viene e viene pure Cristiano Ronaldo. E se non vengono vinciamo lo stesso, con Inglese e Ounàs. Io teng ‘a Cavanità. Se tu non la tieni o problema è il tuo, mica il mio.
E allora lasciatevi trasportare dalla Cavanità. Regalatevi un’emozione. Fatevi una risata. Prendete le cose con un po’ di ironia, specialmente il pallone. Anche se ‘o pallon è una cosa seria. Proprio per questo facitavell sta risata!
Evviva la Cavanità! Che poi non deve essere per forza Cavani. Non è il giocatore. È l’atteggiamento dell’anima. Va bene anche la Benzemaità, e la Ibraimoviccità, ovviamente. Ed il bello è che, se vogliamo, va bene pure l’Ounassità o l’Inglesità. Non è quello il problema.
Un po’ di leggerezza. Un po’ di magia. Tanta ironia. Torniamo a divertirci. Stamm troppo incazzati. Divisi e incazzati. Torniamo noi. I tifosi più belli del mondo. I tifosi del Napoli.

Napoletanità….

 

Acquisti

Benzema 1%
Benz c’è! Sempre. Lo mettiamo sempre. Perché porta bene. E perché o popolo ‘o bbo’. Il popolo lo vuole. Il popolo sì. Dela non si sa. Dice che è vecchio. Che ormai non è più cosa. Che “si accatta panzarotti e palle di riso e mena tutt ‘e cart fetente abbasc”. Difficile. Lasciamo l’1% sempre per devozione. Ma #gigginocihasemprecreduto.

Cavani 10%
Cavanità…
Pare che sia tutto finito. Teneva l’aereo per il 9. L’ha perso. Ha perso pure la caparra. Mo’ non si sa se tiene i sordi per farne un altro. Forse sì. Ma soprattutto non si sa se li teniamo noi i sordi per lui. Ci sa di no. Noi lo lasciamo al 10%. Per due motivi. Uno perché l’Aeroporto comunque sta aperto fino al 17. Due perché sognare non costa nulla. Torna Edy sta squadra aspetta a te! Cavanità…

Belotti 15%
Il Gallo canterà a Napoli? Esimi esperti di calciomercato dicono che è probabile. ‘O stanno già arrustenn. Con tanto di girarrosto. Loro ci mettono il Galletto sul fuoco. ‘Na girata e una voltata, insomma, e ce lo troviamo a Castelvolturno. A me come diceva Lucariello… ‘O Belott nun m piaaac. Ma so gusti. Preferisco la carne rossa. Certo nu gallo di 80 chili a 50 milioni, ma quann ven a fa al chilo?

Ochoa 70%
Tormentone Ochoa. Stiamo da sei mesi. Un discreto “sprandegamento di zebedei”. I suoi tre milioni di followers messicani pure si sono spappolatos le pelotas. Sei milioni di pelotas spappoladas. O forse meno, visto che o guaglione piace e tiene molte fans femmine. Ce l’avessam fa. E pure loro possono farcela. Andle’ Andle’.

Cessioni

Mertens 10%
La cessione del puffo pleistescio’ è l’unica chiave per acquistare il top player. Perciò Cavani non è venuto. Ieri lo hanno detto tutti. Noi da mo’ che lo diciamo. Uno esce e uno entra. Con educazione e senza ra fastidio a nisciun. Ma è da tanto che diciamo anche: ma voi scambiereste il vostro fustino (nel senso che è un fusto ma piccolino) per un (altro) top player?

Inglese 30%
Se va via Inglese è tutt nata storia. Intanto non si scambia il fustino ma il fustone. Perché inglese e nu piezz ‘e guaglione. Poi soprattutto non viene al posto suo un Top Player vero. E chi viene? Boh! Chi ‘o sap. Forse un toppino. ‘Nu coprispalla o una giacchetta. O forse una puzza e quindi a ‘stu punt tenimmc ‘a Inglese. Oppure viene ‘nu top player appezzuttat. Che forse è la soluzione ideale. Boh!

Articolo precedenteNon mi diverto più… Davvero!
Prossimo articoloFerragosto, Napoli mio non ti conosco!
mm
Felice, papà, molto, e marito. Ispirato dalla filosofia Troisiana e cresciuto a pane e Così Parlò Bellavista. Malato (grave) di Napoli e del Napoli dalla nascita. Rapito dall’ironia e dalla punta di penna di Peppino Pacileo. Appassionato di economia, anche per necessità. Insomma una gran bella vita da orsacchiotto. Poi, però, prendi un tram in faccia all’improvviso e tutto si ribalta… e tutto è diverso. Ma non bisogna mai mollare…mai…perché il cielo è azzurro…proprio come il mare…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.