Le pagelle di Inter-Napoli

546

È andata! Una almeno è andata. Ma è solo l’andata. Mancano ancora novanta minuti. C’è un ritorno. Purtroppo c’è un ritorno. Ancora non abbiamo fatto niente. Resta una grande partita. Ad essere sincero non sono sorpreso. È da tempo che dico che l’Inter senza il culo di Gonde è nu buon Bruges. E da tempo che dico che il Napoli se può aspettare e ripartire può battere chiunque. È un Napoli bipolare. Quest’anno è così. Gattuso dovrebbe guarirlo, anche se è più facile che vada lui in analisi, se continua così. È un Napoli da lettino psichiatrico. Da impazzire. Stavolta, per fortuna, di gioia. Andiamo via da San Siro con una grande vittoria e qualche nuova certezza, ma anche tre grandi dubbi:

Quando Zielinski finalmente si scetera’ dal sonno? Se si scetera’…

Cosa deve succedere perché ci diano un fetente di calcio di rigore?

Ma soprattutto…

Perché Gonde fa le interviste con la voce di Franco Califano?

Mah…

Ospina 7

Pisellino ci mette grande personalità. Io, lo sapete, non lo farei giocare mai, ma a sto giro non ho nulla da ridire. Perfetto. Commuovente l’ammonizione per la perdita di tempo sul rinvio. Pronto per il Chievo o la Cremonese, insomma.

Di Lorenzo 6,5

Partitone. Era ora. Bentornato Gionni. E mo’, per favore, non toglietemelo più da lì. Hysaj e il suo procuratore logorroico lo possono tranquillamente vedere da seduti.

Manolas 7+

Nel mitico anfiteatro Mediolanum il nostro Kostas Decimo Meridio è di nuovo insuperabile. Al cospetto non certo di Pippo e Paperino ma di Romelu l’Africano e del Toro Martino. Due tra i peggiori avversari possibili. Epico.

Maksimovic 7-

Partenza raccapricciante. Poi pian piano si riprende. Secondo tempo monumentale. Mortifica tecnicamente ed anche fisicamente lo spauracchio Lukaku.

Mario Rui 6

Tatticamente perfetto. Nonostante i telecronisti Rai lo chiamino fuori, mantiene la posizione come gli aveva chiesto il mister. Negli ultimi dieci minuti ne combina di tutti i colori. E si becca finalmente tutti i miei insulti.

Demme 6+

Demminho ha ormai preso in mano il Napoli. Dopo Liverani anche il grande Gonde gli mette addosso un paio di scagnozzi. Lui però non accusa proprio. Continua a proporsi, a smistare palloni di prima e a pulire il gioco.

Fabian 7,5

È lui il match-winner che non ti aspetti. Il gol è stupendo. Una “cadregata” di sinistro a giro come dicono sui navigli. Se lo fa Lukaku un gol così ne parlano una settimana, se lo fa Ronaldo ci fanno la nuova sigla di Raisport. Finalmente una partita da vero Fabian Ruiz. Bentornato!

Zielinski 5

Gli posso perdonare il gol mangiato. Gli posso perdonare pure un secondo tempo inguardabile in cui non ha toccato un pallone. Ma una cosa è imperdonabile: che caxx… Gattuso lo toglie a cinque dalla fine e lui che fa? Esce dal lato corto! Per non perdere tempo… Cos’ ‘e pazz! Ma dai.

Allan sv

Prende il posto di uno Zio sempre più inguardabile e questo è già è un grosso merito. Fa molto bene il suo compitino pressando da par suo.

Callejon 6

Deve fare una buona cura ricostituente. Lo vedo sciupato e soprattutto deboluccio. Tiene una debolezza addosso che la metà basta. Appena lo sfiorano rimane a terra fulminato. Dicesi in gergo ciuccio di fechella.

Politano sv

Utile nel finale quando vicino alla bandierina perde almeno un paio di minuti. Noi ne guadagniamo almeno altrettanti di salute. San Siro lo applaude molto. Chissà se perché è tornato o perché se ne è andato via. Il dubbio resta.

Mertens 6+

Carnevale si avvicina e lui che è un gran burlone si traveste da Allan. E da buon can ‘e presa si avvinghia alle caviglie di Brozovic e non lo molla mai. Trova pure il tempo per cucire il gioco, per un gol mangiato ed un assist inutile per Zielinski. Generosissimo.

Milik sv

Gioca venti minuti ma alla fine tocca forse cinque o sei palloni. Da’ una mano come può. Alla fine è difficile dargli un voto.

Elmas 6,5

Prende a sorpresa il posto di Insigne, vittima di un affaticamento. Anche in quella posizione se la gioca alla grandissima. Grande tecnica. Sempre propositivo e pericoloso. Io lo dico da anniannieanni, il ragazzino lo tiene davvero.

Gattuso 7

Assafa. Bravo mister. Ci voleva tanto? Difesa e contropiede. Così dobbiamo giocare. Senza troppi fronzoli. Io lo dico da tempo. È la morte sua. Sennò c fai muri’ a noi. Sofferenza e ripartenza come dice il mio amico Fabrizio. Questa è una squadra che deve soffrire e che, ahinoi, fa soffrire. Ma se è concentrata e motivata allora ci divertiamo, sempre se non ci viene una cosa. È quando più l’avversario è forte meglio è. Ci prendiamo le nostre soddisfazioni. Guarda caso le prime quattro della classifica le abbiamo prese tutte a pallate, almeno una volta. E non solo. Abbiamo battuto Liverpool e Salisburgo. E facciamo meglio fuori casa che in casa. Fatichiamo invece quando dobbiamo fare gioco e contro le piccole.

In tre giorni siamo stati capaci di prendere tre palloni dal Lecce in casa e poi battere l’Inter a Milano. Gennari’ tu devi guarirlo ‘sto Napoli bipolare. Anche perché se non lo guarisci ti ammali tu. E poi ci ammaliamo pure noi. Diventa un’epidemia e non va bene. Io non so come ti vedo. E come stai. Ti vesti come un buttafuori, tieni na faccia che manco Leopardi dopo una cartella esattoriale, non riesci nemmeno a gioire e sorridere per una vittoria a San Siro. Lo so. Non abbiamo vinto una beata mazza. Anzi. La partita qualificazione è ancora apertissima, però Gattu’ senti a me… approfitta… stavolta abbiamo vinto, domani chissà, e allora fa’ na cosa, fallo per me… magnati una emozione!

Forza Napoli Sempre!

Articolo precedenteDillo con una foto Inter-Napoli
Prossimo articoloLe pagelle di Cagliari-Napoli
mm
Felice, papà, molto, e marito. Ispirato dalla filosofia Troisiana e cresciuto a pane e Così Parlò Bellavista. Malato (grave) di Napoli e del Napoli dalla nascita. Rapito dall’ironia e dalla punta di penna di Peppino Pacileo. Appassionato di economia, anche per necessità. Insomma una gran bella vita da orsacchiotto. Poi, però, prendi un tram in faccia all’improvviso e tutto si ribalta… e tutto è diverso. Ma non bisogna mai mollare…mai…perché il cielo è azzurro…proprio come il mare…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.