Vorrei capire come Mario Sconcerti

285

Editoriale amarcord…
Perché a distanza di qualche tempo delle considerazioni valgono sempre. E dopo due anni di Sarri stiamo a dire sempre le stesse cose…
E sconcerti sconcertante continua a sparare cazzate…
Ma magari finalmente tutti riconoscono che Hamsik ed Insigne sono due mostri. Come Koulibaly. Come dicevamo un bel po’ di tempo fa…in tempi non sospetti…

Sono affranto.
Io di pallone non capisco nulla.
Pensavo di capirci qualcosa, anzi per la verità ero convinto di capire abbastanza, molto direi, ma ho dovuto riconoscere che non è così.
Pensate, io ero convinto che Hamsik fosse un fuoriclasse.
Non è così.
Ero accecato dall’affetto.
Non lo è.
Ho letto che non lo è per nulla.
Se lo fosse davvero ci avrebbe fatto vincere due o tre scudetti.
Il fatto è che non incide.
Non è un Tevez o un Vidal per intenderci.
L’anno scorso a parte 12 gol e 15 assist non ha fatto praticamente niente.
Fosse stato decisivo avrebbe fatto dimagrire Benitez e Higuain, allungato insigne di 10 cm e pure trasformato Andujar in Reina.
Questo so i leader.
Così fanno.
Bonucci prima di Tevez e Vidal era nu buon Ranocchia scarso e Barzagli nu buon Cannavaro.
Devo crescere come cultura calcistica.
Pensate che sono anni che dico che Insigne e’ un fuoriclasse ed il miglior giocatore italiano degli ultimi vent’anni.
Da qualche giorno ho saputo che a livello tecnico e’ nu buon Ilicic/Bernardeschi.
Forse è per questo che Gonde gli preferisce o faraone int o sarcofago ed Eder…
E io pensavo che lo facesse perché è anti napoletano.
Gonde gabisc e ballon!
Per non parlare di Romagnoli che a me e’ sempre sembrato nu buon Aronica scarso mentre per i media ed il mercato vale tre Koulibaly, forse quattro.
Lo paragonano tutti a Nesta.
Paragone sacrosanto.
Non come il mio…
Mi vergogno a dirlo…
io da tifoso, Koulibaly,dal primo giorno che l ho visto, l’anno scorso, l’ho definito il nuovo Thuram.
Mi metto scuorno.
Questo è il mio vero problema.
Forse so troppo tifoso.
La verità è che di pallone non capisco così tanto.
Eppure mi applico.
Sto avvilito.
Vorrei essere come Sconcerti.
Quell’uomo è un genio, ha detto che Insigne l’anno scorso non è stato continuo come quest’anno.
Io pensavo che dipendesse dall’infortunio, ma in realtà non è così.
Gente come Morata o Pepito Rossi fa la differenza pure da infortunati, dagli spalti, da casa!
Chist so e campioni!!
Pelé vinse un mondiale dall’ospedale!!
Lorenzo e’ buon pa frattese.
L’infortunio e’ solo un alibi.
Vorrei essere come Fedele.
Io non sapevo che Amoruso era più forte del pipita.
Non ho questa cultura calcistica.
Addirittura pensavo che Higuain fosse un top player.
Invece è nu buon Amoruso.
Avrei voluto dirlo io.
Forse mi pigliavano a canale 9, o almeno a telecapri.
Che tristezza.
Trent’anni di passione buttati al vento.
Sto proprio a livello principiante per usare il gergo di Fifa 15.
Nu buon principiante barra dilettante.
Confesso una cosa.
Lo so e’ aberrante per uno che capisce e pallone…
Ma Io quest’anno ero convinto che sarebbe stata una grande annata.
Proprio importante.
Lo so mi so fatto pigliare…
Però…
Scusate l’anno scorso abbiamo perso la champions e la finale di Europa League per un’inezia, giocando in pratica senza portiere.
Io, quest’anno, co mostr a port e due innesti di valore come hisay e allan, pensavo che avremmo raggiunto la champions a occhi chiusi.
A verità io pensavo anche a qualcosa di più…
Lo so, lo so.
Ho sbagliato.
Mo ho capito!
Solo Mo’… Cazz…
Quinto posto iamm buon nui.
Lo dicono tutti.
Quest’anno ci sono le milanesi, specie il Milan (…)
Questo è un anno di transizione dobbiamo amalgamare i numerosi nuovi acquisti (?)
Non siamo amalgamati e rodati come Inter e Fiorentina(!)
Dobbiamo ripartire dalle macerie del ciccione.
Ci manca un vice Higuain e la riserva di Hamsik.
Maestra io ste cose le sapevo solo che non ho potuto studiare…
È mort a Nonn…
Ma che cacchio però…
Mi sembra di essere tornato a SQUOLA!!!
Forza Napoli sempre e forza quinto posto

 

L’editoriale
Di Felice Antignani

Articolo precedentePieromano
Prossimo articoloPrima eravamo vicinissimi, praticamente all’altezza del dischetto…
mm
Felice, papà, molto, e marito. Ispirato dalla filosofia Troisiana e cresciuto a pane e Così Parlò Bellavista. Malato (grave) di Napoli e del Napoli dalla nascita. Rapito dall’ironia e dalla punta di penna di Peppino Pacileo. Appassionato di economia, anche per necessità. Insomma una gran bella vita da orsacchiotto. Poi, però, prendi un tram in faccia all’improvviso e tutto si ribalta… e tutto è diverso. Ma non bisogna mai mollare…mai…perché il cielo è azzurro…proprio come il mare…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.