Le pagelle di San Siro

1295

‘O zer a zer a Milano. Il sogno di ogni allenatore da bambino. La partita perfetta. Alla Scala del Calcio. E che vuoi di più dalla vita?

Nu bell pareggio.

Il risultato che ognuno di noi normalmente avrebbe firmato. Specie contro l’Inter più incazzata e determinata della stagione. Con Icardi, rientrato per l’occasione, a servizio della squadra, Brozovic autentico leone e Cancelo che a tratti pareva Marcelo.

Di che vogliamo parlare…

Il bello è che era tutto previsto. Tutto facilmente prevedibile. Con gli studi TV alla fine a fare grande festa. Sorrisoni a 365 denti e facce finalmente serene e soddisfatte. Ora sì che si discute. La Juve è di nuovo prima. O meglio è (finalmente) prima e loro possono stare un po’ più sereni.

E vabbuò…

Lo zer a zer a Milano.

Il risultato forse più inutile che potevamo fare in questo momento.

Specchio di una stagione che rischia davvero di essere surreale.

Con il Napoli sempre più proiettato verso quota 95 e loro verso quota 100. Ma anche 150 se sarà necessario.

Perché la verità è che non possiamo manco attaccarci alla matematica.

Perché la matematica con loro non esiste più.

Non esiste… Come la camorra e la terra dei fuochi…

Non esiste più…come il VAR…

Non prendono più gol in campionato. Nel 2018 non hanno mai subito un gol in campionato. In 765 gare.

Ovviamente solo in Campionato perché in Europa i gol pigliano… guarda un po’che strano…

E quando perdono? E soprattutto come?

Inutile dire che, da tifosi, ci crediamo ancora e ci aspettiamo lo stesso animus pugnandi nerazzurro anche nella gara contro di loro. Sarà di sicuro così…

E vabbuò…

 

 

Reina 6+

Torna In formato Bruce Willis. Di quelli duri a morire, come piace a me. Quando il gioco si fa duro Peppino c’è. Partita quasi impeccabile. Regista arretrato alla Rudy Reinol e ottimo nelle uscite. Mezzo punto in meno per lo spavento che ci ha fatto prendere per il passaggio sbagliato. Peppi’ nun ‘o fa’ chiu per piacere…

Hysaj 6+

Il Perisic di ieri davvero era inguardabile, nu buon David Sesa. Mo’ la domanda è: era Perisic che stava talmente inguaiato da farlo diventare Bruscolaj o è stato bravo lui che lo ha reso scarserrimo? Insomma è nato prima l’uovo Hysaj o la gallina Perisic? Boh…

Albiol 6,5

Se l’Inter è inesistente in avanti è ovvio che buona parte del merito è suo. Da buon ministro della Difesa è responsabile di tutto il reparto. E di tutto il ministero come diceva Jonny Stecchino… Certo se tieni il Generale Nirone Koulibaly tutto diventa più semplice…

Koulibaly 7

Icardi al rientro in pratica non gli fa toccare palla in attacco e lo limita nella manovra. Icardi a lui, avete capito bene. Icardi su Koulibaly a fare il terzino. Ma e che stamm parlann? Mauro non la vede mai e KK è importante anche in fase di impostazione. Il migliore difensore del campionato. Lo hanno detto persino i telecronisti di Sky. Mo’ li licenziano… sicuro…

Mario Rui 6

Partenza da incubo su Candreva. Che per dieci minuti ritorna ai suoi antichi livelli. Antichi di 10 anni fa. Perché mo’ over sta nguaiat ed è pronto per la pensione o almeno per uno scivolo. Una discreta gara. Molta buona volontà in attacco ma affinale vedi Hysaj.

Jorginho 6,5

Nel primo tempo lui ed Hamsik toccano qualcosa come duecento palloni a testa. Impressionante. Spallettoni, novello Helenio Herrera, lo fa marcare a uomo per tutta la gara, ma lui manco se ne accorge. Il primo errore al quarantacinquesimo. U mostru.

Allan 5

Confusionario. Nonostante il rinnovo. Eppure come dicono in Brazil ‘e sord avesser fa veni’ a vist ‘e cecat… In realtà aveva invece un po’ la vista ottenebrata. Molto. Tiene ‘ncopp ‘a cuscienza due ripartenze in superiorità numerica nella ripresa. Un po’ in calo…mannagg… già con la Roma non era apparso al meglio.

Rog sv

Un minuto più tre di recupero. Ben quattro. Il ragazzo rischia di stancarsi…Perdonatemi la citazione Bellavistiana: Maurì, s’avessa ‘mbriaca’ ‘a machina? Con Allan e Callejon inguardabili almeno dieci minuti li poteva fare, ma anche venti, crepi l’avarizia.

Zielinsky 6+

Lo Zio gioca quindici minuti davvero di alto livello. Non è una cosa rara contro il PisaInter. Anzi, se jucass sempre contro di loro sarebbe davvero un buon De Bruyne. Sembra essere uno dei pochi a crederci fino alla fine. Bravo ‘o Zi’.

Hamsik 6,5

Ovviamente se la prenderanno con lui. E con Lorenzo. E col mister. Perché noi facciamo così ce la pigliamo coi nostri migliori. Perché ci piace farci del male da soli. Gioca decine di palloni sbagliando praticamente nulla nel primo tempo e poco nella ripresa. Una classe enorme. Se quello che fa lui lo facesse un Pjanic qualsiasi ne parleremmo per giornate intere. Ma che parlamm a fa? O meglio… che PARLATE a fare?

Callejon5

Tocca il primo pallone al 21esimo. Nu fantasm in pratica. Il fantasma Callejoncino. Purtroppo finisce spalmato nel panino dai difensori dell’Inter. Non è il suo miglior momento. Questo è poco ma sicuro…

Mertens 6

Oh Mettenzaaaaaaaaaaa! Sarà, ma io l’ho visto benino. Puffo Pleistescio autentico come quando serve Lorenzo. Meglio che con la Roma. Partecipe al gioco ed altruista e soprattutto senza troppi fronzoli. Gli manca l’ultimo dribbling e deve tirare di più. Più quadrato e meno ics caro Puffo! Cia può fa’!

Milik sv

Forse andava messo prima a fare a mazzate coi centrali nerazzurri. E soprattutto andava messo tenendo Mertens in campo. Per cercare il tutto per tutto. Un paio di sponde interessanti. Troppo poco per giudicarlo.

Insigne 6+

Buona gara macchiata dal gol sbagliato, indubbiamente. Dybala lo avrebbe segnato. E pure Messi, Maradona e Van Basten. Ma probabilmente anche Mascara o il uallarito Sosa ed Edu Vargas. SE…SE…SE…BLA…BLA…BLA… Fermo restando che con più sfere o con le ruote anche i nostri nonni avrebbero potuto essere dei flipper o dei carretti.

Ribadisco: Ma che parlamm a fa’? O meglio…che PARLATE a fare?

Sarri 6 meno meno

Ancora percentuali bulgare di possesso palla.

Oltre il 65%. Roba da cinque stelle. Grande prova di squadra. Con qualità ed organizzazione.

Ed alla fine un gran bel pareggio a Milano contro la miglior Inter della stagione in casa.

Una Inter forte e determinata e soprattutto squadra. Provincialissima. Tendente al Pisa.

Ma comunque tutta tesa a conquistare, con la gara della vita, un pari fondamentale (per la Juve).

E sostenuta da una bolgia davvero infernale, manco stessero rigiocando un derby, semifinale di Champions, di qualche anno fa.

Insomma nu buon Pisa con la bolgia ed il fascino di San Siro dalla sua. Quello stesso San Siro che normalmente, quest’anno, dopo 10 minuti, cominciava a fischiare e tifare contro per partite molto meno “intense”.

Misteri…

Però…C’è un però.

Maremma possessapalla!

Maremma scaladelcalcio!

Per noi era davvero la partita della vita. Una delle tre che restavano.

Da vincere a tutti i costi. Credendoci dal primo all’ultimo con tutte le forze.

Ma ahimè non è stato così.

Non del tutto.

Ahinoi.

Perché forse per primi noi tifosi non ci crediamo più al 100per cento.

Ma anche tu miste…

Non mi sono piaciuti i cambi finali.

Avrei preferito, nell’ultimo quarto d’ora, giocarmi il tutto per tutto, o dentro o fuori.

Ci siamo adagiati sul pareggio a Milano e, forse, ci siamo fatti fare.

Ma forse mi sbaglio.

Ora testa bassa e pedalare. Obiettivo Torino. Dobbiamo vincerle tutte perché loro lo faranno.

Non facciamoci rubare anche il sogno…

Quella partita voglio giocarmela.

Meritiamo di giocarcela dopo un campionato così.

 

Forza Napoli Sempre

Articolo precedenteIl borsino di venerdì 9 marzo
Prossimo articoloCiao Luigi… dal San Paolo è tutto…
mm
Felice, papà, molto, e marito. Ispirato dalla filosofia Troisiana e cresciuto a pane e Così Parlò Bellavista. Malato (grave) di Napoli e del Napoli dalla nascita. Rapito dall’ironia e dalla punta di penna di Peppino Pacileo. Appassionato di economia, anche per necessità. Insomma una gran bella vita da orsacchiotto. Poi, però, prendi un tram in faccia all’improvviso e tutto si ribalta… e tutto è diverso. Ma non bisogna mai mollare…mai…perché il cielo è azzurro…proprio come il mare…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.