Le pagelle di Napoli-Udinese

290

È un continuo lamento. Una continua critica.
Tanti tifosi a lamentarsi dopo giovedì. Tanti a criticare ferocemente pure dopo l’Udinese.
Delusi ed incazzatissimi, manco fossero tifosi della Roma o dell’Inter.
Io credo di aver capito il problema.
Stiamo facendo un po’ di confusione.
Troppa Europa ci sta facendo male. Non siamo abituati. E quindi stiamo avendo un po’ di problemi con le regole.
Quei tifosi pensavano di aver pareggiato con l’Udinese, perché i gol in trasferta valgono doppio.
Io li capisco. E capisco gli insulti verso la squadra e verso il mister. Cazzo, se pareggi in casa con l’Udinese è giusto arrabbiarsi! Anche perché questa Udinese è davvero ‘na bona Udinese!
Quelli i numeri della partita erano chiari. Però i due gol fuori casa valgono doppio. Quindi i due gol loro sono diventati quattro e noi abbiamo fatto un’altra figur ‘e merd (cit. Cosi parlò Bellavista).
E già. Un’altra figur ‘e merd. Dopo il Salisburgo anche l’Udinese…
E molti tifosi incazzatissimi. Giustamente.
Ma è tutto un equivoco. Un grande equivoco.
Non sono insulti gratuiti. Non è scarso attaccamento alla squadra. Non è cattiveria.
È solo ignoranza.
I tifosi che si lamentano e criticano non sono cattivi tifosi, sono solo ignoranti.
Ignorano. Ignorano le regole.
Non sanno che il gol in trasferta vale doppio solo in coppa. E fuori casa.
Siamo ai quarti di Europa League. E loro lo ignorano.
Abbiamo battuto l’Udinese con due gol di scarto. E ignorano pure questo. Poverini.
Stanno tutti incazzati senza motivo. Poverini davvero. Poverini e ignoranti.
Ignorano pure le classifiche. Perché guardano le griglie e non le classifiche.
In realtà a dieci gare dalla fine siamo secondi con sette punti di vantaggio sulla terza e tredici sulla quinta.
Sette punti sull’Inter di Spalletti, antiJuve ufficiale in agosto, e nove sul Milan di Gattuso che di sicuro ci supererà.
E allora è giusto rivelare a tanti tifosi incazzati queste splendide notizie. Per regalare loro un sorriso. Se lo meritano.
Si meritano un’emozione da mangiare.
E magnatavell un’emozione!
Erano incazzati neri perché ignoravano.
Ora che sanno, invece, saranno contenti. Almeno credo.
Dovranno essere per forza contenti perché sono veri tifosi. Veri tifosi proprio come me. Io so’tifoso e so’ contento.
Io non ignoro…

Ospina sv
Per la serie barcollo ma non mollo. Sarebbe stato meglio mollare. E non barcollare. Andava tolto subito. Per preservare la sua e la nostra salute. Ci sono stati momenti di grande paura. E non deve mai accadere. Non per una partita di calcio.

Meret sv
Di fatto l’Udinese non tira mai in porta. Per lui è un clean sheet. Tanto per cambiare. L’ennesimo della stagione. Probabilmente Alex Buffet non avrebbe beccato i due gol che ha preso Ospina. Ma, in realtà, neanche il vero Ospina li avrebbe presi.

Malcuit 6-
Arruffone. Prova a portare fermento ma non ci riesce. Scapigliato. Soffre ancora l’errore con la Juve. Gioca col freno a mano tirato. E lui col freno a mano è come una Ferrari con l’impianto a gas. Migliora nella ripresa. Poi viene sostituito da Hysaj. So’ soddisfazioni…

Hysaj sv
In campo giusto un paio di minuti. Giusto il tempo di sbagliare due passaggi di fila e beccarsi le iastemme meritatissime di tutti i tifosi.

Koulibaly 5
Partita pessima. Ed io so il perché. Ho visto la gara al Club Napoli di Monteforte (a proposito, un salutone ed un grazie per l’ospitalità agli amici del club!). Un signore seduto al mio fianco si è “chiamato” il suo gol esultando prima del tiro. Ovviamente non ha segnato. Non si grida gol se la rete non si muove. È l’ABC. Una regola aurea. Deve muoversi la rete. E manco basta più. Ormai per esultare bisogna attendere il silent check VAR.

Maksimovic 5
Lui e Koulibaly in balia di Lasagna e Pussetto. Un vero e proprio incubo. Manco fossero Neymar e Mbappe. Sta di fatto che i nostri parevano Stanlio e Ollio. Per la serie oggi le comiche.

Ghoulam 6
Nel primo tempo trotterella, come uno dei trentatre’ trentini che entrarono a Trento. Poi, proprio quando sembra che stia lì lì per scoppiare, si riprende. La sensazione è che faccia tanta fatica.

Zielinski 5
Entra in gioco intorno al 75’. Si sveglia a quindici dalla fine dopo l’ennesimo cazziatone del mister. Dopo aver vagato per il campo senza riuscire a trovare mai la posizione. Vaga e dorme, ma vuoi vedere che soffre di sonnambulismo? Starace pensaci tu, abboffamelo di caffè!

Allan 6-
Il nostro centrocampo a quattro molto presto diventa a uno. Younes e Callejon vanno a fare gli attaccanti, Zio si fa la controra. Loro sono dappertutto e sono tantissimi, lui prova a correre dietro a tutti ma non la becca quasi mai. Più che un cane di presa sembra un povero cucciolo che gioca con una pallina a scem mmiezz… Una serataccia.

Younes 7
Che bel giocatore. Sono anniannieanni che lo dico. Il ragazzo lo tiene. Si vede proprio. Sembra un po’ Insigne e un po’Mertens. Può essere il terzo nano. Tecnica e visione di gioco. E la giusta personalità per prendersi il palcoscenico.

Verdi 4,5
Entra in campo con la verve di un messicano all’ora della siesta. In quaranta minuti sbaglia l’impossibile e non ne azzecca una. Un’indolenza che lascia sconcertati. Eppure avrebbe dovuto spaccare il mondo…

Callejon 6
Segna un gol a mazzo al termine di un’azione splendida. Per la serie quando il pallone adda trasi’… Un paio di mesi fa non entrava manco a tirarlo con le mani, oggi entra anche se lo colpisce di stinco, di polpaccio o di ‘recchia…

Mertens 7,5
E già. Quando il pallone non vuole entrare non c’è niente da fare. Bisogna solo aspettare. Aspettare quando vorrà insaccarsi di nuovo. Solo allora ricomincerai a sorridere e a correre felice. In verità il Puffo pleistescio era già qualche partita che sorrideva e faceva assist. E correva. Ma ci voleva il gol. Ci voleva proprio. Assafa’! Ucci ucci senti odore di Puffucci…

Milik 6,5
L’istantanea del gol sembra un’immagine mitologica. Come un gruppo scultoreo del Canova. Il Principe e Mandragora. Con Arek, il buono, fiero in tutta la sua potenza, che colpisce e segna con l’avversario, il cattivo, bianconero all’ennesima potenza, avvinghiato ‘ncuollo. L’eterno conflitto fra il bene azzurro ed il male bianconero. Il Principe e Mandragora. Vera arte.

Ancelotti 6,5
Il Mister sta un po’ a problemi ultimamente.
Altro che Mister Chef.
Altro che olio di oliva extravergine.
Sta friggendo con l’acqua, come avrebbe detto il miglior Mazzarri.
Una serie incredibile di infortuni e squalifiche.
A Salisburgo abbiamo giocato senza difesa.
Con l’Udinese senza il centrocampo.
Mo’ si è fatto male pure Ospina, e stamm a problemi pure con i portieri.
E che r’è?
Mammrocarmine!
L’infermeria azzurra è più affollata delle strade di San Gregorio Armeno a Natale.
La squadra ormai la fa il dottor De Nicola. Sta facendo pure ‘o corso accelerato a Coverciano.
Ancelotti invece s’è iscritto a Medicina, al secondo Policlinico. Nun s po’ mai sapè…
Stanno tutti scassati. Da Insigne ed Albiol. Da Chiriches e Diawara.
Con Younes e Ghoulam che già stavano a tienm ca ti tengo.
Adda passà ‘a nuttata.
Per fortuna c’è la sosta…
Uagliu’ mi raccomando, riposatevi…
Mettetevi la maglia di lana e non pigliate freddo…
che a Primavera dobbiamo stare bene tutti quanti…

Forza Napoli Sempre!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.