Le pagelle di Napoli-Udinese

311

È un’overdose di calcio. Come canterebbe Zucchero. Un’overdose di pallone. Un’overdose anche per me. Io ormai non reggo più i ritmi di questo circo pallonaro post Covid. Ieri mattina ho chiamato il mio commercialista. Disperato. Lui pensava per il 730. In realtà il mio problema è che non so più a che giornata di campionato stiamo. Ma che dico a che giornata. Non so più nemmeno che campionato stiamo giocando. È ancora quello 2019-2020? Boh? Ho chiesto aiuto a lui. Ha detto che ci avrebbe lavorato su, ma prima di una settimana non mi assicura una risposta. Temo che sarà troppo tardi. A quel punto con questi ritmi forse sarà tutto finito. E meno male, direi. Ma che stress! Si gioca in pratica ogni due giorni. Più volte al giorno. Mi pare di stare sempre a vedere partite del Napoli. Ieri ho acceso la tv e c’era Mario Rui che stava presentando Reazione a Catena. Ghoulam invece era su Rai Tre a Chi l’ha visto. E prima di lui, Insigne e Mertens in un Posto al Sole. Ora mi aspetto anche di vedere Hysaj protagonista in l’attimo fuggente. Capitano mio capitano. Vabbuò. Comincia a diventare una situazione davvero ingestibile. E basta co’ ‘sto campionato. Che poi alla fine sempre la Juve deve vincere. È solo una sofferenza. Dopo il Bologna abbiamo rischiato di perderla pure con l’Udinese. Per fortuna si è concluso tutto con un sacrosanto e meritatissimo  vafammocc al 95’. Comunque non è facile per nulla conciliare l’estate con il campionato. Stavolta ho dovuto soffrire in veranda dal mio amico Sabino. Aperitivo e patatine. In bermuda e infradito. E poi il dopogara con panzarotti e pizze fritte. Che vitaccia. Che stress…

Ospina 6,5

Domenica Ospina. Un po’ come giovedì gnocchi. Tocca di nuovo a lui. È il suo turno. La domenica è pure festivo quindi piglia pure la maggiorazione sullo stipendio. Paratone su Lasagna salva risultato.

Hysaj 6

Stavolta Gattuso corre ai ripari. Mette in campo, oltre Lorenzo, almeno altri tre possibili capitani. Per stare tranquillo. Non si scherza più sull’argomento. Abbiamo già dato. La fascia è sacra. Da’ a Politano la palla del vafammocc e questo gli vale un’ampia sufficienza.

Koulibaly 7

Ritorna dopo gli ozi bolognesi. Dopo il riposo del guerriero. Gli tocca Lasagna fuori stagione. Uno che a fine luglio con 30 gradi all’ombra può risultare molto pesante da digerire. Salva la partita con un autopalo spettacolare che sfida le leggi della fisica e la legge di Murphy.

Manolas 5

Kostas in campo con Kalidou. Che roba! Roba di Kappe. Il duo KK quest’anno non ha quasi mai giocato insieme. Di sicuro quasi mai hanno giocato bene insieme. Sta cercando in campo la forma migliore. Al momento però deve cercare ancora tanto.

Mario Rui 6+

Costretto agli straordinari dalla latitanza di Ghoulam. Dove sta Fouzi’? U Maronna mia! È il più pericoloso degli azzurri. Insigne cerca in tutti i modi di farlo segnare. Meritava miglior sorte.

Zielinski 5,5

Un uomo una giravolta. Continua a girare su sé stesso mentre a noi gira tutto il resto. Nella ripresa si accende un po’ salvo poi spegnersi sull’ennesima traversa, avvilito. È il 23esimo palo. Cose da pazzi. E che…

Allan 6

Sprazzi del cane di presa che fu. Entra convinto e con grande impegno. Corre e pressa. Pochi minuti ma buoni. Era ora.

Lobotka 5

Giggi il reggista tascabile di nuovo a dirigere le operazioni. Tiene un cervello così. È una capa ancora più grossa. Ma lo usa poco e si nasconde troppo. Peccato perché ha un bel piedino. ‘Nu timidone.

Demme 6

Di tutt’altra pasta rispetto a Gigginho. Cazzimma pura per il tedesco napoletano. Randella tutti in mezzo al campo e prova a sveltire la manovra. Da’ la sveglia ai suoi che rischiavano di addormentarsi tra un tichi ed un taca inutile.

Fabian Ruiz 6

È lui il regista. Più di Giggino nostro che gioca a nascondino. Dopo un inizio loffio prende in mano la squadra. L’azione del gol di Milik una magata esagerata. Classe pura. Dai suoi piedi e quelli di Insigne le uniche iniziative di rilievo. Cala alla distanza.

Elmas sv

Entra per la statistica. Insomma fa numero. Non si ricordano giocate di rilievo. Ma l’ha toccato un pallone?

Callejon 5

Gatto riprova col Chicco trio. Il trio dei piccoletti. Calle, Mertens e Insigne dall’inizio. Due dei tre si rivelano poco efficaci. Uno dei due è lui.

Politano 7,5

Entra per un Callejon inguardabile. Tira una seggiata che sfonda la porta friulana, dopo aver rischiato di timbrare il 24 palo della stagione. Ncopp ‘o Musso al loro portiere. Finalmente nu poc ‘e ciorta pure per noi. Il vafammocc è d’obbligo.

Mertens 5

Tocca il primo pallone al 20esimo. Poi il sosia di Aristoteles, tale Becao, zappatore doc, lo azzoppa. Ed è un bene. A lui non pare vero di menarsi fuori. A ‘sto giro non teneva proprio genio.

Milik 6+

Ci mette 37 secondi per buttarla dentro. È un record. Si tratta di uno dei gol più veloci della storia del Napoli. Poi sbaglia tanto. Gioca lontanissimo dalla porta. Qualcuno gli dica che è un centravanti.

Insigne 6,5

Un capitano c’è solo un capitano. Un capitaaaaaano c’è solo un capitaaaano. Pare che abbia detto a Gattuso: Miste (senza r ovviamente) dammi la fascia e Maittiello, po’ c penz io. Dai suoi piedi partono tutte le azioni pericolose. Leader tecnico della squadra.

Gattuso 5,5

Dopo il turnover di Bologna Gatto se la gioca coi migliori. I risultati però sono simili. Pure con l’Udinese abbiamo seriamente rischiato di perdere. Abbiamo perso umiltà e gattusita’. L’unica cosa positiva è che forse sull’autopalo di Koulibaly è girata un po’ la fortuna. Dopo 23 pali stagionali già sarebbe una cosa. Anche perché a Barcellona servirà una discreta dose di buona sorte oltre che una partita perfetta. Sta di fatto che so momento siamo davvero poco brillanti. Ogni azione che subiamo rischiamo di prendere gol. La speranza è che ci sia stato un richiamo di preparazione per la Champions, la realtà è che forse siamo stanchi e non siamo più quelli di un mese fa. La cosa positiva è che lo sapremo presto. Molto presto.

Forza Napoli Sempre

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.