Le pagelle di Napoli-Roma

400

Non so voi ma io ho preso alla lettera le indicazioni del mister. Io in questo finale di campionato non mollo. Lo avevo promesso. Ho fatto il bagno di umiltà. Più di un bagno per la verità. Per rinfrescarmi le idee e non solo. Ebbene sì mi sono fatto il weekend a mare. Troppo caldo. Ci voleva. E la partita con la Roma, veramente ma veramente fondamentale per la stagione, l’ho vista a casa del mio grande amico Gennaro, detto Genny. Dopo sontuosa brace. Con tanto di percoche col vino monnate per l’occasione. Ovviamente Gennaro, nonostante il nome di chiare origini romane, non è della Garbatella, ma è tifosissimo del Napoli. Non abbiamo mollato un centimetro di salsiccia né tantomeno un pomodorino di bruschetta o una fella di percoca. Sempre sul pezzo. Vicino alla griglia o al tavolo. E poi davanti al telefonino. Meno male che questo orario notturno delle partite agevola gli assembramenti braciaiuoli. Agevola, invece, molto meno i pagellari di turno che sono costretti a dare voti e numeri fino alle tre di notte. E questo non è bello. Dove sono finiti i sindacati dei pagellisti? È proprio il caso di dirlo: che orario ‘do sasiccio!!! A proposito… la partita… quasi dimenticavo. La gara è finita ovviamente con due percoche, rigorosamente giallorosse, nella porta della Roma, monnate da Callejon e Lorenzinho.

Meret sv

Purtroppo gli è toccato lavorare. Era di turno lui. Perché Pisellino Ospina sta in malattia e ha portato ‘o certificato dell’Asl. Noi lo avremmo visto volentieri al nostro fianco. Lui giovane promessa tra i pali e grande certezza alla fornacella. Alex ti aspettiamo per la prossima grigliata. Non si sporca mai i guantoni.

Di Lorenzo 5,5

Brutta serata. Sempre in ritardo. Pure sul gol. Nu buon frecciarossa Torino-Reggio Calabria in agosto con lo sciopero dei controllori. Si riprende nel finale quando si propone bene e va pure a chiudere su Dzeko.

Koulibaly 7+

Il nostro KK storicamente soffre il pippone bosniaco. Da anniannieanni. In gergo tecnico Dzeko è la sua bestia nera. Non stavolta. Non con questo Kalidou. Stasera non ho visto bestie nere ma solo un muro nero. Kk the black wall.

Manolas 6+

Il gladiatore ritorna contro i suoi vecchi compagni. Memento! Ricorda Kostas! Ricordi quella sera quando portasti nell’Olimpo la gens romana con un un gol agli iberici? Ad agosto vogliamo il bis. Chi se non tu che sei il nostro Kostas Decimo Meridio… L’Ispanico…

Maksimovic 6+

Entra per Kostas il greco. E subito fa capire che Bergamo è stata solo una parentesi negativa. Ricomincia da dove aveva finito. Come aveva finito. Alla grande. Maksi è assai bon.

Mario Rui 7,5

Un motorino sulla fascia sinistra. Si sovrappone 800 volte. Suoi gli assist per la traversa di Milik e per il gol di Calle. Pare ‘o frat nano di Ghoulam dei tempi d’oro. Partitone.

Zielinski 6+

È proprio iss. Jorge McFly di ritorno al futuro. Con la stessa faccia da duro… Grazie al capello unto a lingua ‘e vacc sguscia, spesso imprendibile, tra gli avversari. Pessimo però nella conclusione da fuori. E buttala una nello specchio, Zio…

Demme 6

Ciccio Demme è un po’ sotto pressione. Sente il fiato di Giggi Lobo sul collo. E non è un fiato qualunque. È un fiato che addora di mare e di limoni ‘e Surriento. Preciso e diligente come al solito nonostante tutto.

Lobotka 6,5

In grande ascesa. Sempre più a suo agio. Come se il San Paolo fosse la Sorrisa del boss delle cerimonie. Gioca sempre a un tocco. Grande intelligenza calcistica. È un giocatore celebrale. Non a caso ten ‘na cap ‘e bomba esagerata, come mi ha fatto notare il mio amico Sabino ieri mattina in spiaggia.

Fabian Ruiz 6

Dopo le discrete figurremme’ di Bergamo si toglie qualche pacchero da faccia. Un paio di bellissime giocate da campione vero. Poi il solito errore a centrocampo. E la’ i paccheri li meritava di nuovo. Manco se lo leva il vizio…

Elmas sv

Meriterebbe 8 solo per la malattia che fa al 94’, quando perde un minuto, portandosi a spasso, fino alla bandierina, tutta la difesa della Roma con un paio di giocate da fenomeno. Qua sta uno che non si mette paura. Sfacciato. E sfaccimmo. Il ragazzo gioca bene.

Callejon 7

Sbaglia un gol alla Gagliardini. Ma poi ne segna uno alla Callejon. E so’ due in tre partite. Bentornato campione. Fosse per me giocherebbe sempre Jose’ con altri dieci. I suoi sostituti o aspiranti tali, ci fanno un baffo. Anzi due. Rinnovatelo. Subito.

Lozano sv

Ciuchi ciuchi stavolta si sbatte ma senza molto costrutto. Mette in porta Mertens con una torre alla Dzeko poi poco altro. Comunque è fastidiosissimo per gli avversari come na zanzara int ‘a recchia nel bel mezzo della notte. zzzzzzzzzz…

Milik 6

Parte titolare a sorpresa. Lui che con la Roma ha un discreto feeling. Nella lotta dei pipponi con Dzeko non sfigura per niente. Piglia il 754esimo palo della stagione. Sfiora il gol con una gran giocata. Sfortunatissimo.

Mertens 6+

Lui e Fazio confezionano l’assist per il gol della vittoria di Insigne. Puffeggiante.

Insigne 8

Fa di tutto e di più. Difensore. Mediano. Terzino. Regista offensivo. Rifinitore. Attaccante. Un moto perpetuo. È dovunque. Ha pure pigliat ‘e piett il mister. Ommita’ allo stato brado concentrata in 165 centimetri. Il tiro a giro azzeccato nel sette è la naturale conclusione di una gara magnifica. Come lui.

Gattuso 7

Due percoche alla magica e quinto posto. Giusto così. Tutto appost. Lo hanno detto anche il uaglione capitano e il puffo azzurro. Mister sei il prescelto. I ragazzi tI adorano. Mo’ tocca a te. Abbiamo peraltro scoperto che teniamo i giocatori masochisti. 25 sfumature di azzurro. Ha ritt Lorenzo che loro vogliono essere vattuti. Pigliati di petto. Ogni tanto ne hanno bisogno. Pare che lo dicesse sempre ad Ancelotti. Volevano  le mazzate. E Pacioccone che  era indubbiamente troppo moscio non gliele dava mai. In effetti io pure l’ho detto. Dopo l’ammutinamento ci volevano i paccheri. Ma ora è acqua passata. E quella follia ci ha paradossalmente rinforzati e ricompattati. Anche perché, per fortuna, sei arrivato tu e li hai cominciati a vattere. Come volevano e come volevamo. Quindi mi raccomando continua così. Mazza e panell fanno i giocatori belli. Io sono d’accordo col puffo. Lo dico già da un po’. Dalle grandi difficoltà nascono le grandi imprese sportive. Una l’abbiamo già compiuta ed è stata un grande sfizio. Una grande vittoria. In campionato siamo quinti e va bene così. Ora gettiamo le basi per un futuro di nuovi successi. E facciamoci trovare pronti per l’inizio d’agosto. Non si può mai sapere. Questo potrebbe essere l’anno giusto. Anche perché lo abbiamo sempre detto che per vincere qualcosa di importante a Napoli deve venire la fine del mondo. E sì… potrebbe davvero essere l’anno giusto…

Forza Napoli Sempre

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.