Le pagelle di Genoa-Napoli

436

Non so a voi, ma a me ‘sto calcio estivo non piace proprio. Come il presepe a Lucariello. È il cosiddetto calcio di agosto. Che poi è luglio, ma fa lo stesso. La sostanza non cambia. Fa comunque un cacchio di caldo. È un calcio poco appassionante. Da ombrellone. È un calcio soprattutto poco credibile. Ma quando mai nella realtà può succedere che la Juve in vantaggio di due gol a Milano poi piglia 4 pallun, di cui uno su rigore dubbio? Ma per cortesia. Una cosa del genere può accadere solo nei nostri sogni più belli. Nei sogni di una notte di inizio estate. Può accadere nel calcio estivo. Quello che non conta a nulla. Quello che il Lecce batte la Lazio e l’Inter perde in casa col Bologna. Un presepio a Ferragosto. Totalmente fuori stagione. A me ‘stu presepio nun m piace. Sarà che mi intristisco nel vedere giocare le squadre che ci precedono in classifica. Sarà che ormai noi vinciamo sempre o quasi e a me viene la malinconia. Che barba. Che noia. E, soprattutto, che peccato…

Meret 6,5

Purtroppo per lui Pandev è in fuorigioco. La parata impossibile su Goran quindi non vale. Vale però quella nel primo tempo, quando salva sul palo un altro gol fatto. Fenomeno.

Hysaj 6+

Il Genoa ha Biraschi. In confronto lui è Cafu con le mesh. Quando ci vuole ci vuole. Mostra una tecnica ed una personalità notevoli. Però… alla fine… di nuovo… vabbè… non dico niente…sennò dite che ce l’ho con lui…

Maksimovic 5

Ha proprio ragione il mio amico Fabrizio. Lui è Nicola Camaleontovic. Quando il livello è alto lui fa il mostro, se si abbassa, però, a volte, si adegua. Come un camaleonte. Non stupisce quindi che giochi una vera chiavica contro il Genoa attuale. Che è ‘na vera chiavica di squadra.

Manolas 5,5

Fa il paio con Maksi. Gianni e Pinotto. O, se vogliamo, Cochi e Renato. Un paio di errori non da lui. Senza volerlo fa anche annullare il gol di Elmas. Forse da piccolo era tifoso del Genoa, sennò non si spiega.

Mario Rui 5,5

Distratto. E troppo scolastico. Da seconda, al massimo terza elementare. Il ragazzo è intelligente ma non si applica. ‘Nu buon Giachetti. Dopo il partitone con la Roma fa filone.

Elmas 6,5

Nel primo tempo brilla come un diamante. Tutt’altro che grezzo. Sembra il figlioletto di Goldrake. Fa anche la giravolta spaziale. Solo il Var lo ferma. Meno prezioso nella ripresa quando diventa ‘nu buon zircone pezzotto.

Zielinski sv

Entra nel finale per Elmas giusto per fare numero. Gattuso se lo stipa per il Milan.

Lobotka 7

Ogni volta che lo vedo mi sembra qualche centimetro più basso. L’erba ormai gli arriva alle ginocchia. In pratica si vede solo il busto e ‘a cap ‘e bomb. Gioca sempre ad un tocco. Il mio reGiggista.

Ruiz 7,5

Il ragazzo sta pieno di classe. Dispensa giocate di tecnica sopraffina a destra e a manca. Mette in porta speedy Lozanes. Con Giggi si trova a meraviglia. Qualità enorme e grande sostanza. Giocatore totale.

Allan sv

Poverino. Ha fatt a fine ‘e Rog. Tre minuti a partita se gli va bene. Gatto fa giocare chiunque tranne lui. È ‘nu fatt proprio personale. Gli avrà rigato l’auto. Chi può saperlo. Mobbizzato

Politano 5,5

Sembra un pesce fuor d’acqua. Si sbatte ma non da’ mai la sensazione di essere pericoloso. Nemmeno quando prende il 768esimo palo della stagione. Chucky è un’altra cosa e, quando entra, in soli cinque minuti, lo dimostra.

Lozano 7+

Devastante. Non si mantiene. ImPOCHito. Una scheggia impazzita. Oltre al gol si procura anche un fallo da espulsione che solo gli arbitri e il Var non vedono. Ciuchi, ciuchi, ciuchi…Il nuovo tormentone.

Mertens 6,5

Gioca sulle punte. Pare Puffo Bolle. Svolazza per il campo, leggiadro come una piuma. A tratti pure irritante per la troppa leggerezza. Poi ti azzecca la palla in porta e gli perdoni tutto. Etoile.

Milik 5

Non prende una palla, né di testa né di piede. La sua è una presenza assenza inquietante. Il principe ahimè si è trasformato in ranocchio. Vittima di sicuro di un incantesimo. E il lieto fine?

Insigne 7

Costretto agli straordinari. Gioca spesso da esterno basso a coprire Mario Rui che vaga per il campo alla ricerca del senso della vita. Trova il tempo per un paio di grandi giocate anche in attacco. Più Terzinho che Lorenzinho ma va bene lo stesso.

Younes sv

Ingresso in campo che non lascia il segno. Si ricorda per una punizione guadagnata nel finale concitato e poco più. Ha però sulla coscienza la seconda fascia di capitano di Hysaj.

Gattuso 6,5

Ordinaria amministrazione. Sbrigata la pratica Genoa che però è davvero una delle squadre più scarse viste quest’anno. Meno 7+ una gara. La gara. L’obiettivo è giocarne sempre di più e ovviamente provare a vincerle tutte. Specie le ultime quattro o cinque. Tutto sommato sono solo una decina di partite. Che vuoi che sia. Una buona partita. Con punte del 97% di possesso palla e amenità varie. Troppo sudata però. E non solo per il caldo. Da rivedere i primi dieci minuti della ripresa. Come a Bergamo abbiamo staccato la spina. Non possiamo permettercelo. Mai. Neppure col Genoa. Figuriamoci. Che valga dunque da monito per il futuro. Tanto palleggio ma abbiamo vinto quando abbiamo cominciato a buttare la palla annanz. Il calcio verticale con Chucky è stato indubbiamente più efficace di quello orizzontale con Politano. E ora avanti un altro. Sotto con il Milan. Il tuo Milan. Mister già sai…

Forza Napoli Sempre

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.